Oggetti tradizionali ma insoliti: lo scaldanduja

Utensile da cucina del giorno: lo scaldanduja

Lo sclandanduja in ceramica, un piccolo utensili in ceramica
Scaldanduja

Ammetto di aver scoperto lo scaldanduja solo di recente e, come spesso accade, per caso. Una mattina di un marzo soleggiato, mentre passeggiavo in un mercato di un paesino del Sud, mi sono imbattuta in un piccolo negozio di latticini e salumi.

Al suo interno, fra nduje, salumi e pecorini, in un arcobaleno di sfumature fra il rosso fuoco e il bianco latte, ecco lì, questo solitario oggetto perfettamente en pandant con l’ambiente.

Per poco non perdevo interesse, con l’attenzione tutta presa dagli aromi intensi che stuzzicavano naso e palato. Per una volta, però, la vista ha prevalso sul naso e ho allungato la mano, irretita, verso questo piccolo oggetto tradizionale, in terracotta, perfetto per qualsiasi cucina.

Perché in cucina?

E perché no?

Oggetti in ceramica tradizionali: portapeperoncino e scalndanduja
Oggetti in terracotta per qualsiasi stile di cucina

Il lumino riscalda la nduja, che emana un profumo intenso, e la rosola lentamente fino a un rosso cupo. Facilissimo così spargerla su quel crostino di pane che freme nelle mani nell’attesa.

Bon, allora?

Gli oggetti in ceramica o terracotta sono sempre gradevoli alla vista.  Questo scaldanduja poi mantiene le promesse e fa bella figura anche portato in tavola.

Prodotti tipici calabresi, non solo utensili e ceramiche
Nduja, salame, pecorino

Con i prezzi variabili fra i 6,50 e i 15 € è stato dichiarato assolutamente un utensile indispensabile in cucina… purché abbiate ancora spazio e siate consumatori di ndujia in famiglia. 🙂

 

Punti di attenzione?

A differenza della ceramica fine, la terracotta è meno delicata e può essere lavata in lavastoviglie.  Evitate colpi e cadute, è ovvio.

Cantina, cassetto o a vista?

Decisamente a vista, su una mensola. Colori coordinati, naturalmente. Oggetti in ceramica tradizionali: portapeperoncino e scalndanduja

 

One Comment

  1. Giovanna P. ha detto:

    Interessante… che oggetto curioso, non lo conoscevo! Mi piace 🙂 Un consiglio su dove posso trovare lo scaldanduja? grazie mille

Comments are closed.