Utensili e piccoli elettrodomestici da sogno: il bollitore kitchenaid

Utensile da cucina del giorno: il bollitore Kitchen Aid

Tutti noi sognamo una nostra cucina, ne immaginiamo i dettagli e i particolari, fin ad arrivare a decidere come sistemare gli utensili in cucina. Li appendiamo sopra i fornelli o nei cassetti, ben divisi?

Per la mia ho sempre desiderato almeno un paio di oggetti KitchenAid, per il design accattivante. Uno di questi due piccoli elettrodomestici è il bollitore (il secondo è la planetaria). Eccolo nella sua gloria:

Piccoli elettrodomestici: bollitore Kitchen Aid
Bollitore

Perché in cucina?

Due sono i grandi vantaggi del bollitore KitchenAid: l’estetica, indubbiamente piacevole con il suo tocco retrò, e la possibilità di selezionare la temperatura dell’acqua. Un must per gli appassionati di tè.

Il bollitore, infatti, è un oggetto tipico soprattutto nelle cucine di chi, come me, beve e ama molto il tè. Noi appassionati in genere acquistiamo tè in foglia, a volte costoso, che merita di essere trattato nel modo migliore. Questo vuol dire usare temperature diverse per il tipo di tè e a volte persino temperature diverse in base al momento del raccolto (un Darjeeling first flush raccolto ad aprile per esempio merita temperature più basse, anche 80 °C, mentre un raccolto autunnale regge bene i 90°C).

Il bollitore KitchenAid permette di selezionare una gamma di temperatura che va da 50 °C a 100 °C, in scatti di 10 gradi fino ai 90 °C, poi c’è un ulteriore gradino intermedio a 95 °C. Può quindi essere perfettamente usato sia con i più pregiati tè verdi giapponesi sia con i pu’er più difficoltosi al palato.

Bollitore KitchenAid. Gli strumenti utili in cucina
I piccoli elettrodomestici: un aiuto in cucina. Bollitore KitchenAid

È un elettrodomestico in acciaio, con una base separabile e cavo avvolgibile. Questo vuol dire che la caraffa può essere  spostata con facilità. Permette quindi di portare l’acqua al tè, non il tè all’acqua. Fra i piccoli elettrodomestici questa caratteristica non è sempre presente, neanche fra i bollitori.

Bon, allora?

In breve. Il bollitore della Kitchen Aid non è solo un oggetto bello da vedere, ma grazie alla sua funzione per selezionare la temperatura dell’acqua è uno strumento utile in cucina. Non è un ciapapolver (un ammenicolo da cucina, e non, che prende solo spazio e accumula polvere), per citare mio cognato.

Punti di attenzione?

L’unico vero punto dolente è il prezzo, superiore ai 150 euro. A cifre minori troverete bollitori di altre marche con le stesse caratteristiche tecniche. A questo punto la vera differenza è l’estetica. Quanto vi piace l’aspetto un po’ retrò?

Cantina, cassetto o a vista?

Decisamente a vista: bancone.